È l’Africa la nuova frontiera

May 20, 2021
Fonte: Il Giornale dell’Arte

Follow by Email
Facebook
LinkedIn

 

Artista multidisciplinare, Rashid Johnson è noto per l’incorporazione di una vasta gamma di materiali e oggetti nelle sue opere (come burro di karité, sapone, radio, libri, copertine di dischi, rocce e piante tropicali) attraverso i quali indaga sulle tematiche dell’identità, della memoria e dell’integrazione. Le sue narrazioni multimediali, molto spesso prendono spunto da episodi della sua infanzia o da riflessioni correlate ai temi della blackness e dell’identità culturale afroamericana.

La produzione dell’artista ha una forchetta di prezzo molto vasta che va da $10,000 a $1.000,000. I lavori più quotati sono le grandi tele delle serie Untitled Escape Collage e Untitled Anxious Men/Audience in cui l’artista impiega una tecnica mista, mentre la quasi totalità dei top lot sono di recente creazione, in quanto prodotte entro 5 anni dalla vendita in asta. Le sculture, infine, non superano i $170,000, con un tasso di invenduto più alto rispetto alle fotografie e ai dipinti.

 

 

 

Photo: Installation view, ‘Rashid Johnson. Waves’, Hauser & Wirth, London, 2020. Photo: Alex Delfanne. © Rashid Johnson. Courtesy the artist and Hauser & Wirth